Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Brocardo

Ubi tu gaius, et ego gaia

Traduzione

Gaio, dovunque tu sarai, lÓ sar˛ anch'io, Gaia

Spiegazione

Formula pronunciata dalla sposa nel rito solenne del matrimonio romano: con essa, la sposa si impegnava ad assumere il nome dello sposo e a coabitare con lui.

Tag associati

Consulenze legali
relative a "Ubi tu gaius, et ego gaia"

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi.it usufruendo del servizio di consulenza legale. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza.

Mahnoor chiede
lunedý 13/02/2012 - Lombardia

“Vorrei sapere la traduzione di questa frase: "ubi tu gaius ego gaia".
Grazie.”

Consulenza legale i 15/02/2012

"Ubi tu Gaius ego Gaia" è una formula latina pronunciata dalla sposa allo sposo nelle nozze romane. Sembra che questa frase concludesse il rito segnando il trasferimento della donna alla nuova famiglia e rendendo il vincolo sacro ed indissolubile. Ai tempi della Repubblica, infatti, il matrimonio prevedeva il trasferimento della patria potestà dal genitore della sposa al marito lasciando la donna in perpetua soggezione (matrimonio cum manu). Già dai tempi di Cesare una nuova formula, detta "sine manu", dava la possibilità alla moglie di continuare ad appartenere alla famiglia paterna basando il vincolo maritale solo sull'affetto reciproco e la continuità di consenso.