Art. precedente Art. successivo

Articolo 2106

Codice Civile

Sanzioni disciplinari

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 2106 Codice Civile

L'inosservanza delle disposizioni contenute nei due articoli precedenti può dar luogo all'applicazione di sanzioni disciplinari, secondo la gravità dell'infrazione [e in conformità delle norme corporative] (2) [1175; disp. att. 96, 97] (3) (4).

Note

(2) Il r.d.l. 9-8-1943, n. 721 ha soppresso l'ordinamento corporativo. Il d.lgs.lgt. 23-11-1944, n. 369 ha successivamente soppresso le organizzazioni sindacali fasciste.
L'art. 43 del d.lgs.lgt. 23-11-1944, n. 369 (che ha soppresso le organizzazioni sindacali fasciste) ha disposto che restano in vigore le norme corporative di disciplina dei contratti collettivi ed individuali di lavoro che non siano state modificate e che siano, altresì, compatibili con le successive norme repubblicane e con la stessa Costituzione. Di fatto, l'ambito attuale di operatività delle norme corporative si riduce a quelle categorie di lavoratori che non siano tutelate da contratti collettivi di lavoro di diritto comune o perché non iscritti ad associazioni sindacali o perché ad essi non sia stato legislativamente estesa l'efficacia degli stessi.

(3) L'esercizio del potere disciplinare da parte dell'imprenditore non è senza limiti in quanto sia la norma in esame che l'art. 7, l. 20-5-1970, n. 300 prevedono precisi limiti quantitativi e qualitativi delle sanzioni da irrogare: a) sussistenza ed imputabilità del fatto (consistente nella colpevole violazione dei doveri contrattuali imposti al lavoratore); b) adeguatezza della sanzione (proporzionalità tra infrazione e sanzione).

(4) Le modalità di esercizio del potere disciplinare sono specificamente previste dall'art. 7 della l. 20-5-1970, n. 300 (Statuto dei lavoratori).
Principi fondamentali sono i seguenti: a) predeterminazione del codice disciplinare (regolamento d'azienda che prevede le infrazioni e le relative sanzioni, ad esempio: richiamo, ammonizione, multa, sospensione dal lavoro, licenziamento); b) pubblicità del codice disciplinare (che deve essere adeguatamente portato a conoscenza dei lavoratori); c) preventiva contestazione dell'addebito prima dell'irrogazione della sanzione; d) diritto di difesa del lavoratore (che deve poter esprimere le sue giustificazioni); e) impugnabilità delle sanzioni irrogate (in via arbitrale o giurisdizionale).


Ratio Legis

Il potere disciplinare assume una chiara funzione preventiva in quanto rappresenta uno strumento diretto a ristabilire, con immediatezza, l'ordinato svolgimento dell'attività lavorativa, turbato dalle inadempienze e/o trasgressioni del lavoratore, ripristinando la posizione direttiva del datore di lavoro nella organizzazione aziendale. Esso è, tuttavia, sottoposto a forme di controllo per garantire la posizione contrattuale debole del lavoratore.

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo

Il rapporto di lavoro nel trasferimento d'impresa e di articolazione funzionalmente autonoma

Editore: Giappichelli
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 12,00 -10% 10,80 €

Sommario

I. Trasferimento d’impresa e di articolazione funzionalmente autonoma tra disciplina comunitaria e nuova normativa nazionale. – II. L’informazione e la consultazione sindacale nel trasferimento d’azienda. – III. Trasferimento di azienda: continuità del rapporto di lavoro e conservazione dei diritti anteriori al trasferimento. – IV. La responsabilità solidale dell’acquirente per i crediti del lavoratore... (continua)

Il lavoro nelle reti di imprese. Profili giuridici

Autore: Alvino Ilario
Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 38,00 -10% 34,20 €

Il libro esamina gli effetti giuridici che l'instaurazione di forme di collaborazione reticolare produce sull'applicazione del sistema di tutele predisposto dall'ordinamento a vantaggio del lavoratore subordinato. L'indagine si dipana in quattro tappe. La prima è dedicata a valutare in che modo la creazione di rapporti di collaborazione reticolare è suscettibile di incidere sulla nozione di datore di lavoro, alterando la formale imputazione del contratto di lavoro o ponendo... (continua)

Impresa agricola e fondo rustico

Editore: Bonanno
Collana: Economia territorio ambiente
Pagine: 224
Data di pubblicazione: gennaio 2014
Prezzo: 20,00 -10% 18,00 €

La questione della rilevanza del fondo rustico nell'impresa agricola aveva diviso i giuristi del secolo scorso, ma sembra aver perso interesse dopo la riforma legislativa del 2001. Se infatti la versione originaria dell'art. 2135 lasciava poco spazio ad interpretazioni che consentissero di riconoscere qualifica agricola a coltivazioni in serra, ad allevamenti in batteria, e in genere a forme di agricoltura non "territoriale", il testo nato dalla riforma non esige più l'utilizzo del... (continua)

Un diritto per le imprese in crisi. The italian chances for restructuring. Law translated into english, french, spanish, german, russian and chinese

Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 130,00 -10% 117,00 €
Diritto dell'impresa e dell'economia

Editore: Il Mulino
Collana: Manuali. Diritto
Pagine: 240
Data di pubblicazione: settembre 2014
Prezzo: 22,00 -10% 19,80 €

Nel fornire un quadro completo e aggiornato del diritto commerciale, il manuale segue un'impostazione innovativa, con un approccio interdisciplinare fondato su un costante dialogo tra diritto ed economia. Sono affrontate alcune delle tematiche che segnano la più recente evoluzione del diritto dell'impresa come le regole di trasferimento elettronico della ricchezza, la disciplina del contratto di rete, le relazioni tra rischio economico e rischio giuridico delle attività... (continua)

L'impresa agricola in difficoltà nei pagamenti

Editore: Cacucci
Collana: Quaderni di diritto privato europeo
Pagine: 224
Data di pubblicazione: dicembre 2013
Prezzo: 25,00 -10% 22,50 €

Fino a qualche anno fa interessarsi al tema della crisi finanziaria dell'impresa agricola e delle sue possibili soluzioni, rispondeva, in maniera quasi "naturale", soltanto ad una prospettiva d'indagine comparatistica per scandagliare le soluzioni legislative adottate in altri paesi, europei ed extraeuropei, essendo pacifica la totale assenza, nel panorama legislativo nazionale, di alternative alla dissoluzione del complesso aziendale attraverso le esecuzioni individuali dei singoli... (continua)

Imprenditore agricolo professionale società agricola e agriturismo. Con CD-ROM

Collana: Professionisti & Imprese
Pagine: 420
Data di pubblicazione: giugno 2014
Prezzo: 49,00 -10% 44,10 €
L'autorizzazione delle attività produttive. Procedimenti per la localizzazione, la realizzazione e l'esercizio

Collana: Edizioni di legislazione tecnica
Pagine: 224
Data di pubblicazione: luglio 2014
Prezzo: 32,00 -10% 28,80 €

Il volume descrive il quadro vigente delle norme e delle procedure che regolano la localizzazione, l'autorizzazione e il controllo dell'esercizio dell'attività di impresa, riordinando gli argomenti secondo uno schema logico e dando conto dei procedimenti e delle modulistiche adottate in sede locale.

Partendo dalla pianificazione urbanistica che regola le aree dove possono insediarsi le attività commerciali e produttive, vengono descritti i procedimenti da seguire per... (continua)

L'azienda agricola

Editore: Fag
Collana: Contabilità e fisco
Pagine: 264
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 25,00 -10% 22,50 €

L'impresa agricola cresce nonostante la profonda e ristagnante crisi che assedia i nostri mercati e le nostre famiglie. Nel primo semestre del 2013, secondo i dati Unioncamere, le nuove iniziative imprenditoriali avviate nel settore dell'agricoltura hanno superato le 11.000 unità. Fra le motivazioni registrate nell'avviare una impresa agricola si trova la successione a un familiare, l'auto-impiego, ovvero la necessità di trovare un primo o nuovo sbocco lavorativo e... (continua)

Le procedure di composizione negoziale delle crisi e del sovraindebitamento

Editore: Giuffrè
Collana: Quaderni di giurisprudenza commerciale
Data di pubblicazione: febbraio 2014
Prezzo: 36,00 -10% 32,40 €

Il convegno internazionale su "Le procedure di composizione negoziale delle crisi e del sovraindebitamento", che ha avuto luogo nei giorni 25 e 26 gennaio 2012, segna una tappa matura ed evoluta della riflessione sulla riforma del "mosaico" sistema concorsuale, che, attraverso il c.d. "Decreto Sviluppo", si è arricchito di una ulteriore "tessera": verosimilmente non definitiva, giacché il legislatore odierno ha mostrato, dopo decenni di sostanziale stasi, di concepire il... (continua)