Art. precedente Art. successivo

Articolo 2106

Codice Civile

Sanzioni disciplinari

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 2106 Codice Civile

L'inosservanza delle disposizioni contenute nei due articoli precedenti può dar luogo all'applicazione di sanzioni disciplinari, secondo la gravità dell'infrazione [e in conformità delle norme corporative] (2) [1175; disp. att. 96, 97] (3) (4).

Note

(2) Il r.d.l. 9-8-1943, n. 721 ha soppresso l'ordinamento corporativo. Il d.lgs.lgt. 23-11-1944, n. 369 ha successivamente soppresso le organizzazioni sindacali fasciste.
L'art. 43 del d.lgs.lgt. 23-11-1944, n. 369 (che ha soppresso le organizzazioni sindacali fasciste) ha disposto che restano in vigore le norme corporative di disciplina dei contratti collettivi ed individuali di lavoro che non siano state modificate e che siano, altresì, compatibili con le successive norme repubblicane e con la stessa Costituzione. Di fatto, l'ambito attuale di operatività delle norme corporative si riduce a quelle categorie di lavoratori che non siano tutelate da contratti collettivi di lavoro di diritto comune o perché non iscritti ad associazioni sindacali o perché ad essi non sia stato legislativamente estesa l'efficacia degli stessi.

(3) L'esercizio del potere disciplinare da parte dell'imprenditore non è senza limiti in quanto sia la norma in esame che l'art. 7, l. 20-5-1970, n. 300 prevedono precisi limiti quantitativi e qualitativi delle sanzioni da irrogare: a) sussistenza ed imputabilità del fatto (consistente nella colpevole violazione dei doveri contrattuali imposti al lavoratore); b) adeguatezza della sanzione (proporzionalità tra infrazione e sanzione).

(4) Le modalità di esercizio del potere disciplinare sono specificamente previste dall'art. 7 della l. 20-5-1970, n. 300 (Statuto dei lavoratori).
Principi fondamentali sono i seguenti: a) predeterminazione del codice disciplinare (regolamento d'azienda che prevede le infrazioni e le relative sanzioni, ad esempio: richiamo, ammonizione, multa, sospensione dal lavoro, licenziamento); b) pubblicità del codice disciplinare (che deve essere adeguatamente portato a conoscenza dei lavoratori); c) preventiva contestazione dell'addebito prima dell'irrogazione della sanzione; d) diritto di difesa del lavoratore (che deve poter esprimere le sue giustificazioni); e) impugnabilità delle sanzioni irrogate (in via arbitrale o giurisdizionale).


Ratio Legis

Il potere disciplinare assume una chiara funzione preventiva in quanto rappresenta uno strumento diretto a ristabilire, con immediatezza, l'ordinato svolgimento dell'attività lavorativa, turbato dalle inadempienze e/o trasgressioni del lavoratore, ripristinando la posizione direttiva del datore di lavoro nella organizzazione aziendale. Esso è, tuttavia, sottoposto a forme di controllo per garantire la posizione contrattuale debole del lavoratore.

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo

Il lavoro nelle reti d'imprese. Profili giuridici

Autore: Alvino Ilario
Editore: Aracne
Pagine: 376
Data di pubblicazione: novembre 2013
Prezzo: 21,00 -10% 18,90 €

Nell'economia contemporanea l'attività produttiva è spesso il risultato della collaborazione stabile fra imprese che decidono di coordinare le rispettive attività per la realizzazione di obiettivi condivisi, senza rinunciare alla loro reciproca indipendenza economica e giuridica. L'aggregazione fra imprese è peraltro vista con favore dal legislatore italiano che negli ultimi anni ha varato diversi provvedimenti volti ad incentivarla, vedendo in essa un motore... (continua)

Il lavoro nelle reti di imprese. Profili giuridici

Autore: Alvino Ilario
Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 38,00 -10% 34,20 €

Il libro esamina gli effetti giuridici che l'instaurazione di forme di collaborazione reticolare produce sull'applicazione del sistema di tutele predisposto dall'ordinamento a vantaggio del lavoratore subordinato. L'indagine si dipana in quattro tappe. La prima è dedicata a valutare in che modo la creazione di rapporti di collaborazione reticolare è suscettibile di incidere sulla nozione di datore di lavoro, alterando la formale imputazione del contratto di lavoro o ponendo... (continua)

Esercizio provvisorio e strumenti alternativi per la continuità aziendale

Editore: Ipsoa
Collana: Prevenire la crisi
Pagine: 232
Data di pubblicazione: ottobre 2013
Prezzo: 32,00 -10% 28,80 €

L’esercizio provvisorio costituisce un’alternativa o un percorso di differimento rispetto alla più tradizionale gestione liquidatoria, con la quale tipicamente in passato si è identificata la fase esecutiva delle procedure fallimentari.

Si tratta di una felice convergenza con le esigenze che emergono dalla realtà economica che oggi esprime situazioni di aziende in crisi con varie e complesse fisionomie e con situazioni di "trade off", tra crisi e... (continua)

Impresa e società di persone

Editore: Giappichelli
Collana: Fondamenti di diritto commerciale
Data di pubblicazione: ottobre 2013
Prezzo: 18,50 -10% 16,65 €

Aggiornato al 2013 con le modifiche al Codice della proprietà industriale sulle invenzioni biotecnologiche e con la legge di stabilità sulle società tra professionisti.

(continua)
Le procedure di composizione negoziale delle crisi e del sovraindebitamento

Editore: Giuffrè
Collana: Quaderni di giurisprudenza commerciale
Data di pubblicazione: febbraio 2014
Prezzo: 36,00 -10% 32,40 €

Il convegno internazionale su "Le procedure di composizione negoziale delle crisi e del sovraindebitamento", che ha avuto luogo nei giorni 25 e 26 gennaio 2012, segna una tappa matura ed evoluta della riflessione sulla riforma del "mosaico" sistema concorsuale, che, attraverso il c.d. "Decreto Sviluppo", si è arricchito di una ulteriore "tessera": verosimilmente non definitiva, giacché il legislatore odierno ha mostrato, dopo decenni di sostanziale stasi, di concepire il... (continua)

Redditi e occupazione nelle crisi d'impresa. Tutele legali e convenzionali nell'ordinamento italiano e dell'Unione Europea

Editore: Giappichelli
Collana: Monografie Riv. dir. della sicurezza soc.
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 45,00 -10% 40,50 €

La pubblicazione costituisce il principale risultato di un'ampia e complessa ricerca finanziata dal Ministero (PRIN 2008) sul tema "Crisi d'impresa: rimedi legali e convenzionali a tutela del reddito e dell'occupazione nell'ordinamento italiano e comunitario", che ha visto coinvolte cinque Università (Napoli, Roma, Venezia, Macerata, Urbino), con i rispettivi gruppi di lavoro coordinati dai professori Giuseppe Ferraro, Francesco Liso, Adalberto Perulli, Maurizio Cinelli e Paolo... (continua)

Un diritto per le imprese in crisi. The italian chances for restructuring. Law translated into english, french, spanish, german, russian and chinese

Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 130,00 -10% 117,00 €
L'azienda agricola

Editore: Fag
Collana: Contabilità e fisco
Pagine: 264
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 25,00 -10% 22,50 €

L'impresa agricola cresce nonostante la profonda e ristagnante crisi che assedia i nostri mercati e le nostre famiglie. Nel primo semestre del 2013, secondo i dati Unioncamere, le nuove iniziative imprenditoriali avviate nel settore dell'agricoltura hanno superato le 11.000 unità. Fra le motivazioni registrate nell'avviare una impresa agricola si trova la successione a un familiare, l'auto-impiego, ovvero la necessità di trovare un primo o nuovo sbocco lavorativo e... (continua)

Diritto commerciale
Diritto dell'impresa

Collana: Il sistema giuridico italiano
Pagine: 328
Data di pubblicazione: settembre 2013
Prezzo: 28,00 -10% 25,20 €

La settima edizione del volume, aggiornata agli ultimi sviluppi giurisprudenziali e normativi, contiene una trattazione completa ed esaustiva in tema di impresa: l’Autore, soffermandosi soprattutto sul concetto di imprenditore, di impresa e di azienda, pone anche particolare attenzione alla disciplina della concorrenza e delle invenzioni industriali.

L’Opera è aggiornata al d.m. Giustizia 8-2-2013, n. 34 in tema di registro per le imprese, alla L. 27-1-2012, n. 3... (continua)

Impresa agricola e fondo rustico

Editore: Bonanno
Collana: Economia territorio ambiente
Pagine: 224
Data di pubblicazione: gennaio 2014
Prezzo: 20,00 -10% 18,00 €

La questione della rilevanza del fondo rustico nell'impresa agricola aveva diviso i giuristi del secolo scorso, ma sembra aver perso interesse dopo la riforma legislativa del 2001. Se infatti la versione originaria dell'art. 2135 lasciava poco spazio ad interpretazioni che consentissero di riconoscere qualifica agricola a coltivazioni in serra, ad allevamenti in batteria, e in genere a forme di agricoltura non "territoriale", il testo nato dalla riforma non esige più l'utilizzo del... (continua)