Cassazione penale Sez. IV sentenza n. 3148 del 27 ottobre 1999

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di revisione, la manifesta infondatezza che giustifica la declaratoria di inammissibilitÓ dell'istanza di revisione deve essere tale da dar luogo alla sua rilevabilitÓ immediata, in base a semplice e sommario esame delibativo, senza necessitÓ di un approfondito e completo esame di merito, che va svolto soltanto nel vero e proprio giudizio di revisione. Ne consegue che, quando invece l'esame Ŕ fatto in sede di giudizio delibativo (rescindente), ci˛ vale di per se stesso ad escludere la manifesta infondatezza della richiesta di revisione e comporta perci˛ l'annullamento dell'ordinanza con la quale la richiesta di revisione Ŕ stata dichiarata inammissibile.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.