Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 14946 del 25 giugno 2009

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di malattia professionale ed infortuni sul lavoro, va esclusa la responsabilitā del datore di lavoro ai sensi dell'art. 2087 c.c. ove la normativa specifica sulla pericolositā ambientale delle attivitā inerenti la prestazione lavorativa (nella specie, per aver fatto bruciare, come combustibile, in una stufa all'interno del locale di lavorazione delle traversine ferroviarie impregnate con una miscela di olio di catrame e pentaclorofenolo) sia stata introdotta solo in epoca successiva ai fatti che hanno dato causa all'infermitā, dovendosi escludere, in tale eventualitā, la colpa dell'azienda, mentre resta fermo, in ogni caso, il diritto dell'interessato a vedersi riconosciuto, a tutela del danno subito, un equo indennizzo, la cui attribuzione prescinde da ogni profilo di colpa.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.