Cassazione civile Sez. I sentenza n. 8089 del 14 giugno 2000

(1 massima)

(massima n. 1)

L'anticipazione bancaria si configura come źsottospecie╗ del contratto di apertura di credito, caratterizzata dalla circostanza di essere necessariamente accompagnata da una garanzia reale, normalmente prestata in proporzione della somma posta a disposizione dall'istituto di credito. Ne consegue che, se una nuova garanzia reale viene a costituirsi per i crediti giÓ sorti o che potrebbero sorgere in base ad una precedente apertura di credito, essa non pu˛ legittimamente considerarsi concessa per un credito contestualmente creato, ed Ŕ, pertanto, soggetta a revocatoria fallimentare ex art. 671. fall.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.