Cassazione civile Sez. III sentenza n. 10209 del 29 novembre 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel deposito regolare di una somma di denaro, il depositario pu˛ anche adempiere al suo obbligo di custodia mediante il versamento della somma nel proprio conto corrente quando sia in concreto accertato che tale forma di custodia, ancorchÚ non concordata con il depositante, abbia realizzato meglio l'interesse del depositante, senza che ci˛ implichi violazione dell'art. 1170 c.c., che nega al depositario del potere di servirsi della cosa depositata o di darla in custodia ad altri senza il consenso del depositante. In tal caso il depositario deve, per˛, restituire al depositante gli interessi percepiti perchÚ l'art. 1775 c.c., che obbliga il depositario a restituire al depositante i frutti della cosa da lui percepiti allo scopo di impedire un suo ingiustificato arricchimento, deve ritenersi applicabile anche se i frutti siano dipesi da un uso non consentito della cosa.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.