Cassazione civile Sez. II sentenza n. 10256 del 20 ottobre 1997

(1 massima)

(massima n. 1)

╚ legittima la permuta di cosa presente (con conseguente effetto traslativo immediato della proprietÓ) con una cosa futura ovvero soltanto generica (abbisognevole, pertanto, di individuazione nell'ambito del relativo genus), la cui proprietÓ venga, invece, trasferita in momento successivo (all'atto, cioŔ, della rispettiva venuta ad esistenza o specificazione), realizzandosi, in tal caso, l'effetto traslativo immediato con riguardo alla cosa presente, e la contestuale nascita dell'obbligazione, per il ricevente, di tenere il comportamento necessario affinchÚ la res, futura o generica, sia a sua volta trasferita in proprietÓ alla controparte, per effetto della sua venuta ad esistenza o specificazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.