Cassazione civile Sez. VI-3 ordinanza n. 42116 del 31 dicembre 2021

(2 massime)

(massima n. 1)

L'elezione di domicilio in un luogo del tutto privo di qualsiasi collegamento con uno specifico atto o negozio giuridico non costituisce presupposto di fatto idoneo ad individuare il giudice territorialmente competente sulla controversia. (Fattispecie relativa a controversia in materia di trattamenti discriminatori subiti nel corso della detenzione in carcere promossa da soggetto innanzi il giudice del luogo del domicilio eletto, senza evidenziare alcun effettivo legame con il luogo di elezione di domicilio). (Regola competenza).

(massima n. 2)

In materia processuale l'elezione di domicilio compiuta ad hoc non pu˛ consentire di radicare la competenza per territorio in un luogo del tutto privo di qualsiasi aggancio ad uno specifico atto o negozio giuridico, posto che l'atto di elezione deve evidenziare un nesso di strumentalitÓ necessaria con l'atto o il negozio medesimo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.