Cassazione civile Sez. I ordinanza n. 3657 del 13 febbraio 2020

(1 massima)

(massima n. 1)

La rinuncia al compenso da parte dell'amministratore pu˛ trovare espressione in un comportamento concludente del titolare che riveli in modo univoco una sua volontÓ dismissiva del relativo diritto; a tal fine Ŕ pertanto necessario che l'atto abdicativo si desuma non dalla semplice mancata richiesta dell'emolumento, quali che ne siano le motivazioni, ma da circostanze esteriori che conferiscano un preciso significato negoziale al contegno tenuto. (Cassa con rinvio, CORTE D'APPELLO PERUGIA, 30/09/2015).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.