Cassazione civile Sez. V sentenza n. 20748 del 25 settembre 2006

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di accertamento delle imposte sul reddito, legittimamente l'Ufficio procede, ai sensi dell'art. 39, primo comma, lettera d), del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, alla riduzione delle somme portate in deduzione dal reddito d'impresa, ai sensi dell'art. 62 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, in quanto erogate a titolo di utili in favore degli associati in partecipazione, ove l'entitą di tali compensi appaia ingiustificata, in relazione all'indeterminabilitą dell'apporto fornito dagli associati all'impresa: spetta infatti all'Amministrazione finanziaria, indipendentemente dalla sussistenza di irregolaritą nella tenuta delle scritture contabili o di vizi negli atti compiuti nell'esercizio dell'impresa, valutare la congruitą dei costi esposti in bilancio e nelle dichiarazioni e procedere alla loro rettifica, ove risultino sproporzionati rispetto ai ricavi o all'oggetto dell'impresa. (Cassa con rinvio, Comm. Trib. Reg. Napoli, 21 Novembre 2000).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 15 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.