Consiglio di Stato Sez. IV sentenza n. 1977 del 29 marzo 2018

(1 massima)

(massima n. 1)

L'art. 77, co. 4, L. Reg. Toscana 3 gennaio 2005 n. 1, prevede che "l'entrata in vigore di nuove previsioni urbanistiche comporta la decadenza dei permessi in contrasto con le previsioni stesse, salvo che i relativi lavori siano stati iniziati e vengano completati entro il termine di tre anni dalla data d'inizio." Ci˛ comporta che se un nuovo fabbricato, legittimamente assentito sulla base della previgente destinazione urbanistica, viene completato, potrÓ anche essere utilizzato in conformitÓ alla preesistente destinazione (che aveva consentito il rilascio del titolo); altrimenti, diversamente opinando, risulterebbe frustrata per cosý dire "a valle", quella valutazione di contemperamento tra interessi contrapposti che, a monte, la norma ha ragionevolmente effettuato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.