Cassazione penale Sez. III sentenza n. 25623 del 6 giugno 2018

(1 massima)

(massima n. 1)

La bomba-carta, per la limitata carica esplosiva, va, di regola, ricompresa fra le "materie esplodenti", onde l'omessa denuncia all'Autoritą della sua detenzione integra la contravvenzione di cui all'art. 679 cod. pen. in relazione all'art 47 T.U.L.P.S., salvo che, per la natura e quantitą della carica esplosiva e per le modalitą di confezionamento, possa avere un effetto dirompente e diventare un congegno esplosivo, la cui detenzione č punita a norma dell'art. 2, legge 2 ottobre 1967, n. 895.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterą seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.