Cassazione penale Sez. V sentenza n. 20815 del 10 maggio 2018

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di falso ideologico, non ricorre l'ipotesi del reato impossibile per inidoneitā dell'azione ove la contestata falsitā dell'attestazione non emerga dal documento stesso in cui questa č trasfusa, ma "ab extra", per effetto di enunciati descrittivi o valutativi di segno contrario incorporati in altri documenti, in quanto il reato impossibile presuppone l'originaria, assoluta inefficienza causale dell'azione, da valutare oggettivamente in concreto e con giudizio "ex ante", in relazione alle intrinseche caratteristiche dell'azione. (Fattispecie riferita al verbale di una seduta di esame per il concorso di ricercatore universitario in cui era stata omessa l'annotazione della posposizione della prova orale di una candidata risultata poi vincitrice, consentendole, in tal modo, di ribaltare una iniziale esposizione incerta, in violazione della "par condicio" tra i candidati).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.