Consiglio di Stato Sez. VI sentenza n. 996 del 16 febbraio 2011

(2 massime)

(massima n. 1)

L'erronea declaratoria di inammissibilitÓ di una domanda da parte del Tar non ha per conseguenza l'annullamento con rinvio della sentenza, ma comporta che il giudice di appello decide nel merito ex art. 105, comma 1, c.p.a.

(massima n. 2)

In tema di giustizia amministrativa l'interessato, con l'azione avverso il silenzio, pu˛ chiedere solo l'accertamento della sussistenza dell'obbligo di provvedere - l'an dell'azione amministrativa - potendo chiedere l'accertamento della fondatezza della pretesa - il quomodo dell'azione amministrativa - solo se si tratti di attivitÓ vincolata, o quando risulta che non residuano ulteriori margini di esercizio della discrezionalitÓ e non sono necessari adempimenti istruttori che debbano essere compiuti dall'amministrazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.