Consiglio di Stato Sez. V sentenza n. 2371 del 12 maggio 2015

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel giudizio amministrativo innanzi al Consiglio di Stato, ai sensi dell'art. 22, commi 1 e 3, D.Lgs. n. 104/2010 (CPA), le parti devono avvalersi obbligatoriamente del ministero di avvocati ammessi al patrocinio presso le giurisdizioni superiori. L'appello al Consiglio di Stato deve, ai sensi dell'art. 101, comma 1, D.Lgs. n. 104/2010 (CPA), riportare la sottoscrizione del ricorrente, se sta in giudizio personalmente ai sensi dell'art. 22, comma 3, CPA (secondo il quale la parte o la persona che la rappresenta, quando ha la qualitÓ necessaria per esercitare l'ufficio di difensore con procura presso il Giudice adito, pu˛ stare in giudizio senza il ministero di altro difensore), oppure del difensore con indicazione, in questo caso, della procura speciale rilasciata anche unitamente a quella per il giudizio di primo grado.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.