Consiglio di Stato Sez. VI sentenza n. 1427 del 28 marzo 2007

(1 massima)

(massima n. 1)

La potestÓ di intervenire in via di autotutela su provvedimenti che versano in condizione di inoppugnabilitÓ, Ŕ rimessa alla pi¨ ampia valutazione di merito dell'amministrazione in relazione all'attualitÓ dell'interesse pubblico che giustifichi il riesame della vicenda. Ci˛ esclude che, attraverso lo strumento della formalizzazione del silenzio rifiuto, possa ottenersi a mezzo di ricorso impugnatorio una dichiarazione di obbligo a provvedere che verrebbe a sostituirsi ed a sovrapporsi a valutazioni di merito che, come innanzi detto, restano riservate alla sfera di competenza dell'amministrazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.