Consiglio di Stato Sez. V sentenza n. 1955 del 27 aprile 2017

(1 massima)

(massima n. 1)

╚ illegittima la esclusione di una ditta da una gara di appalto, disposta per asseriti gravi illeciti professionali ex art. 80, comma 5, let. c) del d.lgs. n. 50 del 2016, nel caso in cui l'Amministrazione non abbia compiutamente dimostrato con mezzi adeguati che l'operatore si Ŕ reso colpevole di gravi illeciti professionali tali da rendere dubbia la sua integritÓ o affidabilitÓ, e, in particolare, laddove: a) l'esclusione sia stata disposta in ragione di una precedente risoluzione contrattuale disposta da altra RA.; b) la ditta interessata abbia formalmente contestato tale risoluzione in sede giudiziale; c) il giudizio sia ancora pendente, a nulla rilevando la definizione di un incidente di natura cautelare dello stesso, con decisione avente funzione interinale e strumentale rispetto a quella di merito. In tal caso, infatti, l'allegato inadempimento difetta della prova dei caratteri della definitivitÓ e della gravitÓ e la parte interessata non ha, pertanto, provato con mezzi adeguati che l'operatore si Ŕ reso colpevole di gravi illeciti professionali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 25 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.