Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana sentenza n. 1368 del 4 novembre 2010

(1 massima)

(massima n. 1)

Il danno subito dall'impresa per aver irrimediabilmente perso, a causa dell'illecita condotta dell'amministrazione, derivata dal ritardo nella conclusione del procedimento ed anche dall'adozione di atti illegittimi, un rilevante contributo giÓ concesso in via provvisoria, non pu˛ trovare compensazioni di sorta in una mera speranza di ottenere in futuro un analogo finanziamento, ma va liquidato sulla base del reddito annuo netto conseguibile dalla societÓ a partire dall'epoca in cui la societÓ avrebbe potuto ragionevolmente pronosticare il concreto avvio dell'impianto. come da cronoprogramma dei lavori fino all'effettiva emanazione del provvedimento di competenza, detratti i tempi ordinari di conclusione del procedimento.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.