Cassazione penale Sez. V sentenza n. 15638 del 27 aprile 2005

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di concorso di reati, il delitto di violenza sessuale (art. 609 bis c.p.) pu˛ concorrere con quello di sequestro di persona (art. 605 c.p.), in quanto la condotta di violenza, minaccia o abuso di autoritÓ preordinata a costringere la vittima a compiere o subire atti sessuali, che caratterizza la fattispecie di cui all'art. 609 bis c.p., non necessariamente comporta la privazione della libertÓ in danno della persona offesa.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.