Cassazione civile Sez. I sentenza n. 17902 del 4 settembre 2004

(1 massima)

(massima n. 1)

Stante la natura negoziale dell'accordo che dÓ sostanza e fondamento alla separazione consensuale tra coniugi, e non essendo ravvisabile, nell'atto di omologazione, una funzione sostituiva o integrativa della volontÓ delle parti, ma rappresentando la procedura ed il decreto di omologazione condizioni di efficacia del sottostante accordo tra i coniugi (salvo che per quanto riguarda i patti relativi all'affidamento ed al mantenimento dei figli minorenni, sui quali il giudice Ŕ dotato di un potere d'intervento pi˙ penetrante), deve ritenersi ammissibile l'azione di annullamento della separazione consensuale omologata per vizi della volontÓ, la cui esperibilitÓ Ś non limitata alla materia contrattuale, ma estensibile ai negozi relativi a rapporti giuridici non patrimoniali, genus cui appartengono quelli di diritto familiare Ś presidia la validitÓ del consenso come effetto del libero incontro della volontÓ delle parti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.