Cassazione penale Sez. III sentenza n. 21577 del 28 maggio 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

╚ configurabile il tentativo di violenza sessuale di cui all'art. 609 bis c.p. quando, pur in mancanza di atti di contatto fisico tra imputato e persona offesa, la condotta tenuta denoti il requisito soggettivo dell'intenzione di raggiungere l'appagamento di propri istinti sessuali e quello oggettivo della idoneitÓ a violare la libertÓ di autodeterminazione della vittima nella sfera sessuale. (In applicazione di tale principio la Corte ha ritenuto la sussistenza del delitto tentato in fattispecie in cui l'imputato devi˛ la propria auto dal tragitto ordinario per ricondurre la persona offesa a casa, si ferm˛ in zona isolata, si spost˛ sul sedile posteriore dell'auto dove si trovava la ragazza, le rivolse frasi espressive della volontÓ di avere approcci sessuali e quindi la inseguý dopo che si era data alla fuga).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.