Cassazione penale Sez. V sentenza n. 2616 del 10 marzo 1997

(1 massima)

(massima n. 1)

In materia di falsitÓ commessa dal pubblico ufficiale, non si configura il delitto previsto dall'art. 476 c.p., con riferimento al documento riproduttivo del contenuto di una pubblica registrazione Ś anche se quest'ultima avviene utilizzando sistemi informatici Ś bensý la falsitÓ in certificati ipotizzata dall'art. 477 c.p. (Fattispecie in tema di riproduzione cartolare dell'atto catastale contenuto nel sistema informatico).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.