Cassazione civile Sez. II sentenza n. 249 del 13 gennaio 1997

(2 massime)

(massima n. 1)

La ratifica del dominus, prevista dall'art. 1399 primo comma c.c., Ŕ una dichiarazione di volontÓ unilaterale, che deve osservare la forma prescritta per il contratto concluso dal falsus procurator, ed ha carattere recettizio; perci˛, per produrre effetto, deve essere notificata o almeno comunicata all'altro contraente.

(massima n. 2)

PoichÚ la ratifica di un negozio pu˛ essere compiuta anche da un rappresentante del dominus, se la procura alle liti, rilasciata da questi al difensore, comprende il potere di disporre del diritto in contesa, anche mediante una comparsa pu˛ esser ratificato un contratto, redatto per iscritto a pena di nullitÓ (art. 1350 c.c.) dal falsus procurator, perchÚ tale atto processuale ha il requisito necessario della scrittura ed Ŕ portato a conoscenza della controparte (artt. 166 e 170 c.p.c.).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.