Cassazione civile Sez. I sentenza n. 4644 del 7 novembre 1989

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel giudizio di rinvio, i limiti all'ammissione delle prove concernono l'attivitÓ delle parti e non si estendono ai poteri del giudice, il quale, dovendo riesaminare la causa nel senso indicato dalla sentenza di annullamento, pu˛ ben avvertire la necessitÓ, secondo le circostanze, di disporre una consulenza tecnica o di rinnovare quella giÓ espletata nei pregressi gradi del giudizio di merito (e ritenuta non esauriente o soddisfacente allo scopo), salva la sola ipotesi in cui la consulenza, piuttosto che come mezzo di valutazione, si ponga come mezzo di acquisizione delle prove.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.