Cassazione civile Sez. III sentenza n. 22 del 4 gennaio 1977

(1 massima)

(massima n. 1)

L'azione promossa dai parenti di una persona deceduta, contro il terzo responsabile, per conseguire il risarcimento del danno loro derivante da quel decesso, Ŕ rivolta alla tutela di un diritto proprio dei parenti medesimi, non di un diritto del congiunto, trasmesso a titolo ereditario. Su questa azione, pertanto, nessun effetto preclusivo pu˛ produrre la transazione che il congiunto, prima di morire, abbia concluso con il terzo responsabile, riguardo al danno da lui subito per lo stesso fatto illecito, stante la diversitÓ del diritto oggetto di tale transazione e l'inoperativitÓ della medesima nei confronti di soggetti diversi dalle parti contraenti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.