Cassazione civile Sez. III sentenza n. 395 del 5 febbraio 1976

(1 massima)

(massima n. 1)

La formula del giuramento suppletorio, essendo il medesimo deferito d'ufficio, Ŕ rimessa al potere discrezionale del giudice e non deve, quindi, rispecchiare necessariamente l'assunto di una delle parti, ben potendo il giudice modificare l'assunto stesso con riferimento alle risultanze giÓ acquisite ed al fine di ottenere quella prova piena che la parte a ci˛ interessata non ha potuto fornire.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.