Cassazione penale Sez. I sentenza n. 6 del 23 febbraio 1993

(1 massima)

(massima n. 1)

Le regole dell'art. 677 c.p.p. per l'individuazione della competenza territoriale della magistratura di sorveglianza si applicano, per la clausola di salvaguardia contenuta nel comma secondo dello stesso articolo, sempre che la legge non disponga diversamente. Ne consegue che, avendo a tali regole generali derogato gli artt. 62 e 66 della L. 24 novembre 1981 n. 689 in tema di applicazione e di eventuale conversione di sanzioni sostitutive, in quest'ultimo caso si dovrà avere riguardo al luogo di residenza del condannato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.