Cassazione penale Sez. I sentenza n. 4581 del 1 dicembre 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Il differimento dell'esecuzione della pena previsto dall'art. 147, n. 2, c.p. pu˛ essere concesso solo in caso di infermitÓ fisica del condannato tale da rendere incompatibile la sua presenza nella struttura carceraria per l'impossibilitÓ di provvedere in tale ambiente alle cure necessarie; pertanto la previsione di un intervento chirurgico non urgente, da eseguirsi in centro altamente specializzato, non costituisce di per sŔ motivo valido per tale differimento in quanto l'intervento stesso potrÓ essere eseguito in centro clinico penitenziario od eventualmente in centro estraneo con l'autorizzazione di cui all'art. 11 dell'ordinamento penitenziario.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.