Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 23547 del 7 giugno 2016

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini della configurabilitā del reato di cui all'art. 374 bis cod. pen. (false dichiarazioni o attestazioni in atti destinati alla autoritā giudiziaria), deve aversi riguardo non all'autenticitā materiale dell'atto ma all'inveridicitā dei suoi contenuti e all'idoneitā dello stesso ad adempiere alla funzione probatoria cui č preordinato. (Fattispecie in cui la Corte ha ritenuto immune da vizi la sentenza che aveva ricondotto al reato previsto dall'art. 374 bis cod. pen. la condotta dell'imputato che, giā in stato di detenzione domiciliare, aveva prodotto al magistrato di sorveglianza una dichiarazione materialmente falsa, apparentemente proveniente dal proprio datore di lavoro, relativa ai propri orari lavorativi, al fine di ottenere una estensione del periodo di autorizzazione ad assentarsi dal domicilio).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.