Cassazione civile Sez. I sentenza n. 5090 del 15 marzo 2016

(2 massime)

(massima n. 1)

Nel giuramento estimatorio ci˛ che rileva Ŕ l'essenzialitÓ dell'accertamento del valore della cosa in relazione al "petitum", onde il giuramento pu˛ essere deferito anche per stabilire il valore di una cosa perduta o perita a causa dell'inadempimento di un'obbligazione strumentale alla sua conservazione e, dunque, per determinare il "tantundem" dovuto a fini risarcitori. (Omissis).

(massima n. 2)

L'esercizio, in concreto, del potere discrezionale conferito al giudice di liquidare il danno in via equitativa non Ŕ suscettibile di sindacato in sede di legittimitÓ quando la motivazione della decisione dia adeguatamente conto dell'uso di tale facoltÓ, indicando il processo logico e valutativo seguito.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.