Cassazione penale Sez. VII ordinanza n. 7724 del 18 febbraio 2014

(1 massima)

(massima n. 1)

Il Tribunale di sorveglianza, chiamato a decidere sull'istanza di affidamento in prova al servizio sociale, non ha l'obbligo di acquisire la relazione sull'osservazione della personalitā nel caso in cui il condannato sia libero, l'osservazione non sia stata condotta per un periodo di tempo prolungato durante la carcerazione in ambito intramurario e le risultanze documentali rivelino l'inidoneitā della misura richiesta, a fronte dell'accertata pericolositā del richiedente e dell'assenza di prospettive di una sperimentazione fruttuosa in attivitā risocializzanti, tale da non richiedere ulteriori approfondimenti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.