Cassazione penale Sez. III sentenza n. 11497 del 19 marzo 2015

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente, quando il bene sia formalmente intestato a terzi, la prova che l'acquisto sia stato compiuto con provvista fornita in tutto o in parte dall'indagato, costituisce presunzione "iuris tantum" della natura fittizia dell'intestazione alla quale il formale intestatario pu˛ opporsi adducendo elementi indicativi della riconducibilitÓ del cespite alla sua disponibilitÓ e alla sua sfera di interesse economico.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.