Cassazione penale Sez. IV sentenza n. 33309 del 11 agosto 2008

(1 massima)

(massima n. 1)

In presenza di una causa estintiva del reato il giudice del gravame č legittimato a pronunciare sentenza di assoluzione "ex" art. 129, comma secondo, c.p.p. soltanto se la prova dell'insussistenza del fatto, della sua irrilevanza penale o della non commissione del medesimo da parte dell'imputato risulti evidente sulla base degli stessi elementi e delle medesime valutazioni posti a fondamento della sentenza impugnata, senza necessitā di nuove indagini e di ulteriori accertamenti, che sarebbero incompatibili con il principio dell'immediata operativitā della causa estintiva.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.