Cassazione civile Sez. VI-3 sentenza n. 22590 del 23 ottobre 2014

(1 massima)

(massima n. 1)

Quando col ricorso per cassazione si censuri la valutazione del giudice di merito circa la ritualitā o meno della proposizione dell'istanza di verificazione della scrittura privata disconosciuta, il giudice di legittimitā deve limitare la propria cognizione all'esame della sufficienza e logicitā della motivazione con cui il giudice di merito ha vagliato la questione, senza essere investito del potere di esaminare direttamente gli atti ed i documenti sui quali il ricorso si fonda, che resta riservato ai soli vizi implicanti la nullitā della sentenza o del procedimento.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.