Cassazione penale Sez. V sentenza n. 30839 del 22 luglio 2003

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di ingiuria, l'applicazione della causa di non punibilitÓ fondata sul carattere reciproco delle offese (art. 599, primo comma, c.p.) Ŕ interamente rimessa alla valutazione discrezionale del giudice, non necessita di sollecitazione da parte dell'interessato e pu˛ intervenire ad opera del giudice di appello anche nel caso in cui l'omesso riconoscimento nel giudizio di primo grado non abbia costituito oggetto di specifica doglianza nei motivi di gravame.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.