Cassazione penale Sez. V sentenza n. 28529 del 20 luglio 2010

(1 massima)

(massima n. 1)

Non integra il reato di falsitą ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) la condotta del privato che - in sede di atto di compravendita - dichiari falsamente al notaio rogante la sussistenza della procura, in realtą revocata, a contrattare in nome e per conto del fratello la cessione di quote nonchč la vendita di proprietą immobiliari ad altra societą, in quanto detto atto non ha la funzione di attestare la veritą delle dichiarazioni dei contraenti in ordine alle loro qualitą personali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterą seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.