Cassazione penale Sez. I sentenza n. 3750 del 27 marzo 1992

(1 massima)

(massima n. 1)

Poiché l'etica predominante nell'attuale momento storico non riconosce la violenza come mezzo per regolare i rapporti familiari, non ricorre l'attenuante dei motivi di particolare valore morale e sociale nella condotta del coniuge che, al fine di ricostituire l'unità familiare, commetta omicidio in danno della persona con la quale l'altro coniuge sia andato a vivere.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.