Cassazione penale Sez. V sentenza n. 15176 del 23 aprile 2002

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di diffamazione a mezzo stampa, l'esercizio del diritto di cronaca non puō ritenersi fedele al requisito della veridicitā dei fatti qualora la ricostruzione degli avvenimenti avvenga in modo da travisare la consecuzione degli stessi, omettendo il riferimento di fatti rilevanti nella proposizione delle notizie e, per contro, proponendone taluni in una luce artificiosamente emblematica, al di lā della loro obiettiva rilevanza, in modo da tentare di indirizzare il giudizio del lettore.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.