Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 39232 del 7 ottobre 2004

(1 massima)

(massima n. 1)

Per la sussistenza del delitto di calunnia occorre che la falsa incolpazione sia portata a conoscenza della autoritā giudiziaria o di altra autoritā che ad essa ha l'obbligo di riferire. Ne consegue che non č configurabile il predetto reato in relazione a dichiarazioni rese da un confidente ad un ufficiale di P.G., che, in violazione dell'art. 203 c.p.p., sia stato poi costretto a rivelarne la fonte.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.