Cassazione penale Sez. I sentenza n. 7576 del 3 agosto 1993

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di concorso di persone nel reato, la responsabilitÓ del compartecipe ex art. 116 c.p. pu˛ essere esclusa solo quando il reato diverso e pi¨ grave si presenti come un evento atipico, dovuto a circostanze eccezionali e del tutto imprevedibili, non collegato in alcun modo al fatto criminoso su cui si Ŕ innestato, oppure quando si verifichi un rapporto di mera occasionalitÓ idoneo ad escludere il nesso di causalitÓ. (La Cassazione ha evidenziato che la prevedibilitÓ deve essere desunta dalle modalitÓ effettive di esecuzione e da tutte le altre circostanze di fatto rilevanti e, con riferimento al caso di specie, ha ritenuto che il giudice di merito aveva adeguatamente valutato tali circostanze laddove aveva considerato fatto prevedibile dai compartecipi di una rapina che un gioielliere, minacciato nei suoi beni e nella incolumitÓ personale, potesse opporsi alla violenza e venire conseguentemente ucciso da un altro dei concorrenti nella rapina).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.