Cassazione penale Sez. V sentenza n. 4385 del 17 aprile 1991

(1 massima)

(massima n. 1)

Il falso ideologico presuppone necessariamente l'occultamento della situazione reale. La condotta criminosa, costituita dalla falsa attestazione, è scindibile in due momenti: l'attestazione del fatto non vero e l'occultamento di quello vero. Quando l'attestazione (pur incompleta o «minimizzata») consente di pervenire all'individuazione del fatto vero, essa non può essere ritenuta falsa.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.