Cassazione penale Sez. I sentenza n. 1537 del 18 giugno 1993

(1 massima)

(massima n. 1)

Per grave infermitā fisica legittimante il differimento della esecuzione della pena ai sensi dell'art. 147 c.p. č da intendersi quello stato patologico che, indipendentemente dal tipo di malattia che lo ha determinato, non č suscettibile di adeguate cure nell'ambiente carcerario. (Nella specie la Cassazione ha ritenuto corretta la decisione del tribunale di sorveglianza che aveva escluso che l'insufficienza cardiaca da miocardiopatia postinfartuale, l'ipertensione arteriosa e la bronchite cronica, da cui era affetto il condannato, determinassero uno stato patologico assolutamente incompatibile con il regime carcerario).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.