Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 44745 del 20 novembre 2003

(1 massima)

(massima n. 1)

Nella fattispecie criminosa prevista dall'art. 374 bis c.p., la destinazione delle false dichiarazioni, o attestazioni, sulle condizioni, qualitÓ personali, trattamenti terapeutici, rapporti di lavoro, ad essere prodotti all'autoritÓ giudiziaria, pu˛ essere desunta dal giudice da ogni elemento emergente dalla situazione concreta esaminata, sia testuale, che contestuale. La ricostruzione e la valutazione del giudice di merito non sono sindacabili in sede di legittimitÓ, quando sono motivate in maniera non manifestamente illogica.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.