Cassazione penale Sez. I sentenza n. 36676 del 6 settembre 2013

(2 massime)

(massima n. 1)

╚ configurabile il reato di millantato credito nella condotta di millanteria di un avvocato rivolta non al potenziale cliente ma ai suoi familiari, atteso che l'oggetto della tutela penale del reato Ŕ il prestigio della P.A. e la condotta perseguita Ŕ costituita dall'essersi l'agente vantato di potersi inserire nella pubblica attivitÓ per inquinarne il regolamento svolgimento.

(massima n. 2)

In tema di reati contro la P.A., non pu˛ essere riconosciuta la qualifica di incaricato di pubblico servizio al commesso di tribunale, il quale espleta normalmente mansioni meramente esecutive. (Fattispecie in cui la Corte ha escluso la configurabilitÓ del delitto di corruzione per atto contrario ai doveri di ufficio nei confronti di un commesso che, in cambio di una piccola somma di denaro, aveva dato ad un avvocato una copia di una sentenza).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.