Cassazione penale Sez. II sentenza n. 19147 del 3 maggio 2013

(1 massima)

(massima n. 1)

L'illecita occupazione di un bene immobile Ú scriminata dallo stato di necessitÓ conseguente al danno grave alla persona, che ben pu˛ consistere anche nella compromissione del diritto di abitazione, sempre che ricorrano, per tutto il tempo dell'illecita occupazione, gli altri elementi costitutivi della scriminante, quali l'assoluta necessitÓ della condotta e l'inevitabilitÓ del pericolo (Nella specie, in cui gli imputati avevano stabilmente occupato un immobile trasformandolo nella propria residenza abituale, la Corte ha affermato che lo stato di necessitÓ, nella specifica e limitata ipotesi dell'occupazione di beni altrui, pu˛ essere invocato solo per un pericolo attuale e transitorio e non per sopperire alla necessitÓ di trovare un alloggio al fine di risolvere, in via definitiva, la propria esigenza abitativa).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.