Cassazione penale Sez. I sentenza n. 5437 del 9 maggio 1992

(2 massime)

(massima n. 1)

Ai fini della configurabilitÓ del delitto di assistenza ai partecipi di cospirazione o di banda armata, il riconoscimento della natura tassativa dell'espressione źdÓ rifugio o fornisce vitto╗ non pu˛ condurre ad escludere dalla previsione normativa tutti gli atti che sono strumentali alla realizzazione dell'ospitalitÓ, come quelli suscettibili di rientrare comunque in una ricostruzione teleologica del fatto oggetto di incriminazione. Ne consegue che anche il fatto di raccogliere un ferito appartenente alla banda, di accompagnarlo in un luogo sicuro, dargli ospitalitÓ e fornirgli i necessari medicinali insieme con il vitto, pu˛ rientrare nel concetto di prestazione di vitto e fornitura di alloggio, senza che ci˛ comporti necessariamente adesione al programma operativo della banda, e partecipazione quindi al delitto di cui all'art. 306 c.p.

(massima n. 2)

La circostanza aggravante della finalitÓ di terrorismo e di eversione dell'ordinamento costituzionale Ŕ compatibile con il delitto di banda armata.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.