Cassazione penale Sez. I sentenza n. 1540 del 12 febbraio 1985

(1 massima)

(massima n. 1)

Per ritenersi realizzata l'ipotesi di reato di cui al primo comma dell'art. 306 c.p. si richiede da parte del soggetto agente un'iniziativa programmatica o una preparazione della costituzione dell'associazione mediante un'operosa iniziativa che ne determini la nascita, ovvero ancora un'opera di coordinamento ai singoli partecipi in modo da assicurare la vita e l'efficienza dell'associazione e la disciplina interna e da promuovere l'incremento. Per concretare tale delitto, che costituisce un'ipotesi di reato a concorso necessario, č sufficiente una sola di tali attivitā non essendo richiesto il concorso delle varie qualifiche (organizzatore, promotore, fondatore ecc.). Diversa č, invece, l'ipotesi di partecipazione di cui al secondo comma dell'art. 306, che costituisce una fattispecie monosoggettiva integrata dalla manifestazione individuale della volontā di adesione ed č configurabile a carico di chiunque sia entrato a far parte dell'organizzazione criminosa e ne risponde per ciō solo, anche senza esplicare alcuna particolare attivitā.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.