Cassazione penale Sez. V sentenza n. 6334 del 10 luglio 1984

(1 massima)

(massima n. 1)

Pur dovendo normalmente ritenersi viziata la declaratoria di abitualitÓ, ai sensi dell'art. 103 c.p., emessa in base al solo richiamo dei precedenti penali del condannato, senza alcun riferimento alle concrete modalitÓ della sua condotta ed al genere di vita da lui tenuta, non pu˛ escludersi tuttavia che, costituendo l'omogeneitÓ della natura dei reati commessi, unitamente alla reiterazione delle condotte criminose in tempi ravvicinati, elemento decisivo per la dichiarazione di abitualitÓ, questa possa essere desunta, dai soli precedenti penali, purchÚ tali da rivelare, in relazione alle circostanze previste dall'art. 133 c.p., il motivo a delinquere, il carattere e la personalitÓ del reo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.