Cassazione penale Sez. I sentenza n. 382 del 15 gennaio 1993

(1 massima)

(massima n. 1)

La capacitÓ di intendere e di volere, con riguardo ai maggiori degli anni diciotto, Ŕ presunta fino a prova contraria. Tale presunzione non pu˛ dirsi vinta, a rigore, neppure dalla accertata esistenza di infermitÓ psichiche, quando non risulti che queste, per la loro natura e gravitÓ, siano effettivamente tali da poter escludere o scemare grandemente la detta capacitÓ. A maggior ragione, quindi, Ŕ da escludere che la presunzione in questione possa venir meno quando, in un contesto caratterizzato da assoluta normalitÓ di comportamenti, la sussistenza di alterazioni psicopatologiche venga data semplicemente come possibile, senza alcuna specificazione della natura e, soprattutto, della gravitÓ che tali alterazioni potrebbero avere.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.