Cassazione civile Sez. I sentenza n. 400 del 6 febbraio 1969

(2 massime)

(massima n. 1)

Il giudice adito col ricorso per l'emissione di decreto ingiuntivo pu˛ rilevare d'ufficio, a sensi dell'art. 38 c.p.c., la propria incompetenza per materia, per valore e per territorio quando questa sia inderogabile mentre quando si tratta di competenza per territorio derogabile spetta all'ingiunto sollevare la relativa eccezione nel successivo atto di opposizione, indicando il giudice ritenuto competente.

(massima n. 2)

La falsitÓ circa il luogo di rilascio di una cambiale posta a base della richiesta di un decreto ingiuntivo, determinando uno sviamento nella competenza territoriale, derogabile, non vale ad evitare l'emissione del decreto da parte di un giudice territorialmente incompetente, non tenuto a rilevare d'ufficio il proprio difetto di competenza, e non consente perci˛ l'applicabilitÓ dell'art. 395, n. 2, c.p.c. per la revocazione del decreto medesimo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.